“Abbiamo fatto tutto da soli, dalla Regione Campania solo problemi”. Maraia risponde a De Luca

“Abbiamo fatto tutto da soli, dalla Regione Campania solo problemi”. Maraia risponde a De Luca

20 Dicembre 2019

“Quest’azienda è una solida realtà. E’ una bellissima giornata per tutta la Valle Ufita, una Valle che ha subito una desertificazione negli ultimi anni. In Irpinia comincia una nuova era grazie al Movimento 5 Stelle. Abbiamo dimostrato che è possibile creare lavoro abbandonando il solito metodo che punta a sistemare il singolo, ma guardando a progetti industriali importanti come quello di Industria Italiana Autobus. Il Movimento si è impegnato tanto e gran parte del merito va al nostro capo politico Luigi Di Maio e al nostro sottosegretario Carlo Sibilia I risultati sono visibili e basta farsi una passeggiata nel piazzale per vedere quanti autobus sono pronti”.

Generoso Maraia, deputato del MoVimento 5 Stelle, è un fiume in piena. Come è giusto che sia. Si batte da anni per l’azienda di Flumeri e lui che è di Ariano Irpino ci tiene ancor di più. Giorni lunghi di battaglie, notti insonni per trovare gli spiragli utili al prosieguo della vita lavorativa della fabbrica made in Irpinia.

“Tutti i 265 lavoratori sono già rientrati, ma la notizia più bella è che dal prossimo anno cominceranno nuove assunzioni. Avere tante commesse da realizzare significa dover incrementare la forza lavoro e quindi assumere”

“Il merito – prosegue – è del Movimento 5 Stelle che ha giocato di squadra, abbiamo incontrato la precedente proprietà che ha costruito quella attuale che è una vera e propria industria di Stato dove partecipano Leonardo, Invitalia e quindi il MISE. Abbiamo fatto tutto da soli. Anzi, dalla Regione Campania abbiamo avuto solo problemi con le commesse perse che siamo riusciti a recuperare in altro modo. La speranza è che da domani possa cominciare una nuova collaborazione con il Governo regionale perché c’è bisogno. Ma fino ad ora non abbiamo avuto supporto da parte di nessuno, men che meno da Palazzo Santa Lucia. Abbiamo invece ricevuto numerosi attacchi, ci hanno accusato più volte di essere afflitti da “annuncite”. La visita del sindaco Raggi, invece, testimonia che I.I.A. è una solida realtà».

Sul quarto socio, dice: “Non siamo preoccupati perché abbiamo un numero di commesse tali che ci fa stare tranquilli. Possiamo avere un altro investimento per la nuova linea di produzione che sarà realizzata qui. Siamo sereni. Cerchiamo un quarto socio che sia industriale”.

“Da poco sono stati realizzati 20 autobus dalla “A” alla “Z”, dal tubolare in ferro fino alle rifiniture. Questo è uno stabilimento che produce grazie anche alle commesse che riceve da Roma Capitale. La visita del sindaco Raggi non è una passerella elettorale come quelle che stiamo vedendo in vista delle Regionali e come quella che è stata fatta di recente in Confindustria. Qui viene il sindaco della Capitale d’Italia che viene ad annunciare la commessa di 128 autobus pari ad un investimento di 41 milioni di euro. Questi sono numeri reali. E non ci fermiamo qui perché stiamo lavorando per trasformare quest’azienda da un’industria artigianale ad un’industria 4.0».