A Quindici al via il campo di volontariato E!state Liberi

29 agosto 2014

Da Sabato 30 agosto fino a venerdi 5 settembre a Quindici (AV) si terrà il campo di volontariato sui beni confiscati alle mafie E!state liberi. Sono quindici ragazzi provenienti da tutta Italia che hanno deciso di dedicare una settimana delle proprie vacanze per contribuire concretamente alla lotta contro le mafie che quotidianamente Libera porta avanti nel Paese.
A Quindici i volontari lavoreranno per metà giornata in luoghi simbolo del paese: l’ex Villa Cava sarà ripulita per essere riaperta alle visite dei cittadini in attesa che diventi una casa di accoglienza. Nella Villa 100Quindici Passi confiscata al Clan Graziano i ragazzi visiteranno il cantiere nel quale si sta ristrutturando il bene e lasceranno il segno del loro passaggio, così come hanno già fatto altri cinquanta volontari negli anni scorsi. Ma saranno presenti anche centro del paese per ripristinare e ripulire luoghi lasciati all’incuria. L’altra metà giornata sarà dedicata a momenti formativi su diverse tematiche con tanti ospiti che verranno a portare la propria testimonianza. Il primo giorno si partirà dalla situazione della Camorra in Irpinia, con la storia della faida che ha insanguinato il vallo di Lauro con la presenza del giornalista e scrittore Giovanni Sperandeo e si proseguirà affrontando il tema del racket e dell’usura con l’esperienza degli sportelli SOS Giustizia. Il secondo giorno spazio a riflessioni sui beni confiscati e presentazione del progetto del Maglificio 100Quindici Passi alla presenza di Fabio Giuliani, referente regionale Libera Campania. Il 2 agosto la formazione sarà dedicata alle campagne di Libera: Miseria Ladra e Riparte il Futuro presentate da Mariano di Palma di Libera Campania con l’intervento degli onorevoli Valentina Paris e Giancarlo Giordano, braccialetti bianchi. Il 3 in mattinata focus su ecomafie e terra dei fuochi con il Corpo Forestale dello Stato e Legambiente Solofra mentre il pomeriggio, alle 17.00, è attesa la visita del prefetto Carlo Sessa. Infine pomeriggio dedicato alla memoria alla presenza dei familiari delle vittime innocenti irpine. Saranno numerose le occasioni in cui i ragazzi potranno incontrare la comunità locale. Sabato 30 i volontari saranno ospiti dell’Associazione Pro Lauro al Castello Lancellotti dove si tiene la manifestazione Lumina in Castro mentre il 31 è stata organizzata la proiezione del film “La mafia uccide solo d’estate” nella piazza di Quindici. “È sempre un piacere per noi ospitare ragazzi che hanno voglia di sporcarsi le mani – afferma Anna Celotti, responsabile del campo E!STATE LIBERI di Quindici – Loro sono la rappresentazione dell’Italia migliore che offre il suo contributo per restituire ai cittadini luoghi che prima erano simbolo di potere e che oggi tornano ad essere di tutti.” “La nostra speranza è che siano tanti i cittadini che vogliano venire a trovarci, anche solo per un saluto – conclude Francesco Iandolo, referente provinciale di Libera Avellino – bisogna far fronte comune se vogliamo vedere un cambiamento vero sui nostri territori. Da Quindici può partire il riscatto di un’intera provincia finalmente libera dalle mafie.” Quotidianamente saranno pubblicati i diari dei campi a cura dei volontari sul sito www.liberaavellino.it