A poche ore dal consiglio, continua la partita.. a scacchi tra i partiti

18 dicembre 2005

Avellino – La questione politica si rinvia. Prima l’approvazione del Puc. Almeno è quanto si riesce a sbirciare dal buco della serratura, mentre si va avanti sul terreno delle scadenze amministrative. Puc in primis. Sembra, questo l’andamento uscito fuori dall’interpartitico di ieri mattina che ha visto ancora una volta l’assenza del Campanile (ma anche del Pdci) che ad ogni modo sembra propenso ad andare avanti ‘onorando’ gli impegni amministrativi fondamentali per il futuro della città. Nel prossimo consiglio comunale del 20 dicembre prossimo, l’Udeur dovrebbe essere in aula, ma con i suoi consiglieri. Si fa largo- almeno è quanto si percepisce – l’ipotesi di un appoggio esterno che non inficerà il lavoro programmatico di Palazzo di città. Di riequilibrio tra i partiti se ne riparlerà dunque dopo l’approvazione del Puc.
Congelato l’argomento ‘crisi’, il confronto tra gli inquilini di Palazzo di Città, si concentrerà sui preminenti appuntamenti cittadini. Quelli ai quali proprio non si può rinunciare: Puc e Pica. I tempi si accorciano, le scadenze pure.
“Si va avanti. Non si lascia da parte nessuna possibilità – dichiara il segretario cittadino Gerardo Adiglietti – di verificare come ricomporre lo scenario con l’Udeur. Vedremo di trovare terreno fertile per il confronto. Mi auguro che nel frattempo verranno tenuti in considerazione gli appuntamenti importanti di questa amministrazione, come il Puc, perché parliamo degli interessi della collettività. A tal proposito credo che la prossima settimana sia decisiva ed entro Natale sarà pronta la griglia, come frutto della discussione di tutti i partiti”.
“Si è trovata una sostanziale uniformità – continua Pino Rosato – di vedute con i partiti. Intanto andiamo avanti con il programma lasciando all’Udeur la porta sempre aperta. Perché questa coalizione deve andare avanti. Intanto aspettiamo che tutto si riformi, ma il nostro programma non può subire più rinvii né stop. E chiunque ha a cuore l’interesse della gente, lo sa”.
Sulla stessa linea d’onda, Gianluca Festa massimo esponente cittadino dei Verdi. “La volontà scaturita dal tavolo è quella di andare avanti in direzione degli appuntamenti importanti. Tra le attività preminenti, Puc e Pica su tutti. Non possiamo tralasciare la parte amministrativa. Intanto le porte della maggioranza restano aperte all’Udeur”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.