Lutto cittadino a Napoli per l’ultimo saluto al professor Bellavista

Lutto cittadino a Napoli per l’ultimo saluto al professor Bellavista

20 luglio 2019

Dopo la camera ardente di ieri in Campidoglio a Roma, la Napoli che Luciano De Crescenzo ha amato e cantato lo saluterà alla sua maniera. Tanti arriveranno a Santa Chiara (che alla fine ha prevalso sul Gesù nuovo), artisti, scrittori, intellettuali e gente del popolo. E ci sarà perfino la diretta tv su Canale 21 inframmezzata da spezzoni dei film dell’ingegnereefilmati di Bellavista in cui il professore dispensa pillole di saggezza in salsa epicurea (gli stoici, si sospetta, gli erano un po’ antipatici). Lacrime e sorrisi, come De Crescenzo avrebbe voluto. E ci sarà il lutto cittadino.

Nella delibera firmata dal vicesindaco Enrico Panini si dispone anche l’esposizione delle bandiere a mezz’asta negli uffici del Comune. «Luciano De Crescenzo è una personalità poliedricaegeniale che nella sua lunga e prestigiosa carriera di filosofo, scrittore, regista, attore e sceneggiatore di fama internazionale – si legge nella delibera -è stato ambasciatore di Napoli nel mondo. Ha saputo esprimere le tante contraddizioni e complessità della sua città, lasciando per sempre nel cuore dei napoletani forti emozioni».

De Crescenzo sarà sepolto, dietro sue volontà, a Furore dove aveva comprato una cappella vista mare.