A Flumeri si festeggia il 72° Anniversario della Repubblica Italiana

A Flumeri si festeggia il 72° Anniversario della Repubblica Italiana

3 giugno 2018

I festeggiamenti a Flumeri per il 72° anniversario della nascita della Repubblica Italiana, sono consistiti in un convegno . L’evento organizzato dalle Associazioni Bagliori di Luce, Protezione Civile RGPT e Protezione Civile Flumerese, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Flumeri, ha visto per la prima volta anche la partecipazione di rappresentanti istituzionali, dei Comuni di Sturno, Trevico e Scampitella.

Alle ore dieci , preceduta dalla banda musicale e alla presenza di rappresentanze della Polizia di Stato, delle forze armate Carabinieri, della Croce Rossa Italiana, delle autorità civili, culturali e religiose, si è formato un corteo che partito dalla Sala Convegni, ha raggiunto via Olivieri dove è stata posta una corona di alloro, al monumento dei Caduti di tutte le guerre e con l’esecuzione del silenzio e inno Nazionale da parte della banda musicale. Un momento di commozione generale, tra il pubblico presente, ai lati del monumento e sulla ringhiera del belvedere di piazza San Rocco.

Il convegno, svoltosi susseguentemente presso la Sala Convegni, ha visto molti partecipanti: Marianna Domenica Lomazzo (Consigliera Regionale di Parità), Angelo A, Lanza (Sindaco di Flumeri), Carmine Famiglietti (Presidente Comunità Montana dell’Ufita), Nicolino Rossi (Sindaco di Trevico), Angelia Grella (Assessore al Comune di Sturno), Pina Lavagna (Assessore P.O. al Comune di Scampitella), Don Michele Contaldo (vice-Parroco di Flumeri) e Pasquale del Vecchio (Dirigente Scolastico), Anna Maria Di Paola (Giornalista moderatrice del dibattito).
In rappresentanza della Polizia di Stato e delle Forze Armate erano presenti con i loro collaboratori: Michele De Lillo ( Sostituto Commissario della Polizia di Stato di Ariano Irpino) e Domenico Palumbo (Vice-Comandante della Stazione Carabinieri di Flumeri).

Molti sono stati gli interventi, in sintesi: Angelo Lanza “una manifestazione quella di oggi 2 giugno, a mio avviso molto bene riuscita. Molti gli ospiti, una giornata calda e quindi è stato bello festeggiare questa giornata insieme a tutti gli ospiti e la popolazione di Flumeri. Quindi, una giornata importante quale è la Festa della Repubblica. Il 72° anniversario della nascita della Repubblica Italiana,a cui ha fatto seguito il 70° anniversario del voto alle donne, come ha sottolineato la Consigliera Regionale Mimma Lomazzo. Di tutto questo, come Sindaco siamo orgogliosi della nostra piccola comunità, che nel passato ha pagato con i suoi caduti la conquista della libertà, in cui oggi viviamo. Siamo anche orgogliosi delle Associazioni non profit che ci aiutano ad organizzare queste manifestazioni, che aiutano a mantenere nella popolazione di Flumeri, il senso della Patria“.

Carmine Famiglietti: “questa festa di oggi 2 giugno è stata una cosa molto bella. Ho visto una organizzazione perfetta, i colori dominanti quelli della Bandiera Italiana, che hanno addobbato l’esterno e interno della sala. Vedere, la sala addobbata in quel modo e con tutto quel tricolore, veramente ci si emoziona a vederlo, perchè da parte nostra siamo innamorati del tricolore, anche, quando gioca la nazionale. Queste manifestazioni, sono importanti per ricordare alla gente del nostro territorio, che la Costituzione e la Festa della Repubblica, restano una occasione per continuare ad amministrare serenamente questa Nazione. Perché, come ho già detto varie volte, quello che altri hanno conquistato con tanti sacrifici e con la morte, dobbiamo onorare e conservare per i nostri figli.
Antonietta Raduazzo “ ringrazio tutti i presenti e coloro che, con il loro aiuto hanno permesso di onorare la festa della Repubblica. Perché, il 2 giugno è patrimonio di tutti gli italiani. Un augurio particolare ,va alle Forze Armate e di Polizia presenti, perchè oggi è anche la loro festa. Un ringraziamento va alle Istituzioni locali, culturali e religiose. Ai Sindaci dei Comuni di Sturno, Trevico e Scampitella, che per la prima volta hanno voluto condividere, questa festa della Repubblica con il paese di Flumeri e spero che questa sinergia continui anche per i prossimi anni, con la partecipazione di altri paesi del circondario, che pure avevamo invitato. Perchè, come ha sottolineato il Sindaco di Trevico, queste manifestazioni bisogna farle e farle insieme.

Pasquale Del Vecchio: Io penso, che in queste piccole realtà rispetto alle grandi città, ho potuto constatare che all’interno di queste piccole comunità c’è ancora rispetto per i valori. E, oltre a quello che sono il rispetto dei valori, abbiamo qui ancora persone anziane ,che ci ricordano le guerre vissute. Però, ci sono anche reltà educative , che sono la scuola, ed’è importante l’aspetto culturale.La scuola cerca di dare una mano nel corso educativo dei ragazzi, per dimostrare e farli crescere nell’ambito della legalità, della cittadinanza e della Costituzione Italiana, come in effetti abbiamo ricordato oggi. Si tenga conto a mio parere, che nei piccoli paesi c’è ancora il rapporto umano, quello che non può esserci nelle grandi città e aree metropolitane.Noi abbiamo ancora il dovere, nonché il diritto di conservare i valori che, ci hanno tramandato i nostri nonni e capire che la libertà è il bene più prezioso , che possa esistere.Queste manifestazioni ci aiutano a ricordare quello che è stato il passato, cioè il sacrificio dei nostri nonni e di tutti i giovani , che sono caduti e morti per la libertà e la pace.

In sala erano altresì presenti, la Croce Rossa Italiana (Comitato locale di Ariano Irpino ), Angela Masucci (Assessore P.S. Comune di Fumeria), Angela Ciasullo e Antonio Salza ( Consiglieri di minoranza Comune di Flumeri) e Marisa Di Cecilia ( Segretaria PD Circolo di Flumeri).

Il convegno è terminato con un buffet offerto dalle associazioni.