50 anni di documenti del Comune abbandonati nel Mercatone. Percopo: “Da un mese chiedo un sopralluogo”

50 anni di documenti del Comune abbandonati nel Mercatone. Percopo: “Da un mese chiedo un sopralluogo”

24 settembre 2018

 

Marco Imbimbo – Riesplode la vicenda dell’archivio del Comune abbandonato nel Mercatone. Questa volta a far detonare la bomba ci ha pensato Adriana Percopo, consigliere di “Avellino libera è progressista”. Anzi nel far detonare questa, ha evitato che ne esplodesse un’altra più grande.

“Abbandonati nel Mercatone ci sono documenti che riguardano il Comune di Avellino e che vanno dalla metà degli anni ’40 fino alla metà degli anni ’90“, denuncia Percopo. Già lo scorso 22 agosto aveva chiesto, per iscritto, di poter effettuare un sopralluogo nella struttura per verificare lo stato di conservazione di questi documenti e chiedere, poi, il trasferimento verso un luogo più consono.

Richiesta a cui  non è mai giunta una risposta, al pari di quanto successo la settimana scorsa in Consiglio Comunale. Dopo un mese di silenzi, oggi Percopo ha deciso di fare la voce grossa in Comune: o si effettua un sopralluogo o mi rivolgo alla Procura. E alla fine l’obiettivo è stato raggiunto: giovedì mattina, accompagnata dal vicesindaco Ferdinando Picariello e dal comandante della Municipale, Michele Arvonio, verrà verificato il contenuto di questo archivio “segreto”.

“Ci sono molti documenti lasciati a marcire – denuncia Percopo. Sembra strano che si voglia aprire un cantiere con l’archivio lasciato là dentro, ma sembra ancora più strano che non si dia risposta a un consigliere che ha presentato una richiesta lo scorso 22 agosto. Come al solito viene leso un diritto”. Da allora c’è stato un rimpallo di responsabilità, come ricostruisce la Percopo. “Il settore Patrimonio non ha potuto accogliere la mia richiesta di sopralluogo perchè l’area è un cantiere, quindi questo settore non c’entra nulla con la vicenda. Chi invece, oggi, cura il progetto del Mercatone, e quindi mi riferisco al Rup, dovrebbe sapere in che condizioni è la struttura e cosa consegniamo alla ditta per i lavori. Chi di dovere è stato informato e ha detto che ci voleva un accompagnamento per andare nel Mercatone. E’ passato un mese e, solo dopo aver annunciato che avrei denunciato quanto sta accadendo, è stato finalmente fissato il sopralluogo e trovato chi ci accompagna”.

Tutto risolto, dunque, almeno per quanto riguarda la visita guidata al Mercatone perchè poi, giovedì, si scoprirà in cosa consiste questa archivio e come metterlo in sicurezza. Al sopralluogo parteciperà anche il vice sindaco Picariello che ammette: “Non  sapevo nulla di tutto ciò e non ho neanche idea di dove possa stare questo archivio. Sono voci che ci sono arrivate a quindi verificheremo. Sicuramente è un fatto grave così come è grave che ci sia un patrimonio di documenti disperso in vari luoghi che non sono neanche accessibili né a norma. Quello che troveremo verrà rimosso e allestito in una zona adeguata per creare un archivio”.

In realtà non è la prima volta che si parla dell’archivio abbandonato nel Mercatone. Più volte, negli anni, la vicenda è stata denunciata pubblicamente da consiglieri o cittadini, sia in Aula che tramite i mezzi di informazione.

E sempre a proposito di archivio comunale abbandonato, ancora non si hanno notizie sugli scatoloni scoperti da Picariello in una zona abbandonata del Comune. La vicenda risale a un mese fa e, ironia della sorte, quasi lo stesso periodo in cui la Percopo ha formalizzato la richiesta per l’archivio nel Mercatone. Da allora, però, il contenuto di quegli scatoloni non è stato reso noto: “È stato informato il dirigente che sta provvedendo per la ricollocazione di quelle carte e la loro archiviazione. Ancora non so nulla sul suo contenuto”, taglia corto PIcariello.


Commenti

  1. […] il suo disappunto. Il discorso vale anche per Adriana Percopo a cui si aggiunge anche il suo sfogo personale sulla vicenda dell’archivio nel Mercatone. Più defilati i due consiglieri del gruppo “Lega”, Sabino Morano e Damiano Genovese, […]