Santacroce (Cisl Fp Irpinia Sannio): “Svanite relazioni sindacali al Moscati”

Santacroce (Cisl Fp Irpinia Sannio): “Svanite relazioni sindacali al Moscati”

10 ottobre 2019

Di seguito la nota della Cisl Fp Irpinia Sannio:

“Nonostante le tante parole spese dal Direttore Generale Dr. Renato Pizzuti, le numerose problematiche
all’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino stanno ancora aspettando”. E’ quanto denuncia
Antonio Santacroce, Segretario Generale della Cisl Fp IrpiniaSannio.

“Come Organizzazione Sindacale, attendevamo di essere convocati per il dovuto saluto e per capire qual è la
programmazione dell’Azienda e cosa si intende fare per intraprendere e portare avanti quanto è stato fatto
con gli ex manager con i quali sono stati espletati i concorsi per le nuove assunzioni ed avviati i percorsi:
per ridurre le liste di attesa, per la stabilizzazione del personale precario, per rendere quanto prima
disponibili i posti letto nelle unità operative per i pazienti in attesa presso il pronto soccorso, per gestire al
meglio le problematiche dovute alla carenza di personale, non solo nel pronto soccorso ma in tutti i reparti
(tra cui: medicina protetta dedicato alle attività assistenziali dei pazienti detenuti, del quale oggi con
grandissimo affanno e sofferenza si fanno carico i lavoratori dell’Unità Operativa di malattie infettive; unità
operativa di medicina interna che da tempo contribuisce ai ricoveri dei pazienti che giungono dal pronto
Soccorso; unità operativa di anestesia e rianimazione ove i lavoratori, sempre più frequentemente, si
ritrovano a gestire un numero maggiore di postazioni rispetto a quelle previste; sala operatoria di
cardiochirurgia ove il personale infermieristico, alcune volte nell’arco del mese, non risulta essere in servizio
di guardia attiva, cioè sul posto di lavoro bensì in regime di pronta disponibilità), per creare un’area dedicata
interamente alle vittime di abusi sessuali ed aggressioni, per garantire una maggiore sicurezza sui posti di
lavoro e non ultimo il cosiddetto tempo di divisa e di consegna. Insomma ripartire da dove eravamo rimasti”.

“Continuare a dare il nostro contributo, in maniera consapevole, sulle problematiche che assillano l’Azienda
Ospedaliera, i lavoratori ed i cittadini è quello che vogliamo” afferma il Segretario Aziendale CISL FP
IrpiniaSannio Silvestro Iandolo.

“E’ una politica sbagliata quella delle corrette relazioni sindacali? – continua Mario Walter Musto –
Coordinatore della Sanità Pubblica e Privata della CISL FP IrpiniaSannio – Se veramente c’è volontà a
risolvere le incancrenite problematiche che affliggono da anni l’Azienda Ospedaliera Moscati non è
necessario attendere atteso che gli attori principali esistono per avviare immediatamente quel dialogo
costruttivo nel rispetto dei ruoli e responsabilità e soprattutto nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini.
Senza voler entrare nel merito di questioni politiche che non ci riguardano e non ci competono – continua
Santacroce – sembra, e ci auguriamo di sbagliare, che si sta navigando senza una rotta o seguendo una rotta
a noi ignota. Sia chiaro non è nostro intento sponsorizzare nessuno né del passato né del presente e non vogliamo
difendere l’esistente nelle sue complesse problematiche, ma ci sono molte cose che non vanno e tante che
devono essere migliorate.
Da parte nostra non c’è alcuna opposizione a sostenere scelte coraggiose ma occorre capire gli obiettivi
dell’Azienda. Non vogliamo più attendere, è arrivato il tempo di dare il nostro contributo che consenta di
migliorare e potenziare i servizi ai cittadini. Noi – conclude Santacroce – con le nostre proposte siamo pronti”.