Carabinieri, controlli in Alta Irpinia: due denunce e due fogli di via

Carabinieri, controlli in Alta Irpinia: due denunce e due fogli di via

23 settembre 2019

I Carabinieri della Compagnia di Montella non mollano la presa sul territorio dell’Alta Irpinia, dove sono stati intensificati i servizi di prevenzione e sicurezza.

Con perquisizioni, posti di blocco e una massiccia presenza nelle strade, i Carabinieri stanno eseguendo quotidiani e mirati controlli che nel weekend appena trascorso hanno portato alla denuncia in stato di libertà di due persone e all’allontanamento con Foglio di Via Obbligatorio di due donne della provincia di Napoli.

Il servizio, eseguito con l’impiego di numerosi uomini e mezzi, ha riguardato, oltre alla prevenzione dei reati in genere, anche alla sicurezza stradale, sia sulle principali arterie che nei centri abitati, ancora troppo spesso teatri di gravi incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto alle norme del Codice della Strada.

In particolare, a Montella, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno fermato un 50enne del posto, già noto alle Forze dell’Ordine, il quale, all’esito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico. Lo stesso, opportunamente interpellato, non è stato in grado di fornire una valida giustificazione in merito al porto dell’oggetto rinvenuto- è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di cui all’articolo 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110.

Per analoga violazione è stato deferito anche un 60enne della provincia di Napoli, gravato da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e la persona, anche lui sorpreso, a seguito di perquisizione da parte dei Carabinieri della Stazione di Senerchia, in possesso di un coltello.

I Carabinieri della Stazione di Torella dei Lombardi hanno invece allontanato con Foglio di Via Obbligatorio due donne della provincia di Napoli, entrambe con a carico vicende giudiziarie principalmente per reati di tipo predatorio, sorprese a girovagare in atteggiamento sospetto nei pressi di abitazioni isolate.