10.000 assunzioni nella Pubblica Amministrazione: il piano entra nel vivo, i dettagli

10.000 assunzioni nella Pubblica Amministrazione: il piano entra nel vivo, i dettagli

30 ottobre 2018

Renato Spiniello – 10.000 assunzioni nella Pubblica Amministrazione, il piano entra nel vivo. Stamane presso la Sala Blu del Carcere Borbonico, il consigliere regionale del gruppo “De Luca Presidente” Francesco Todisco, la dirigente ufficio di gabinetto della Regione Campania Roberta Santaniello e il consigliere delegato del Presidente per la riforma della Pubblica Amministrazione Pasquale Granata hanno incontrato gli amministratori irpini per spiegarne i dettagli.

“Obiettivo del seminario – afferma Todisco – è quello di informare gli amministratori locali sugli atti da porre in essere per aderire al piano per il lavoro varato dalla Regione. Sono 10.000 le assunzioni previste dal programma di Palazzo Santa Lucia che ha incaricato il Formez di avviare le necessarie procedure selettive. Si tratta – continua il consigliere regionale irpino – di una grande opportunità per i giovani e per le loro competenze che vivono nella nostra Regione in uno stato di disagio assoluto, ma anche per la Pubblica Amministrazione, che ha la possibilità di rigenerarsi. Mentre la politica preferisce dare ai nostri disoccupati dei contributi quasi a scopo di elemosina che calpestano la loro dignità, la Regione fa un’operazione culturale che muove come leva del riscatto quella del lavoro”.

A chi, invece, parla di operazione elettorale in vista del rinnovo del Consiglio di Palazzo Santa Lucia nel 2020, Todisco risponde: “Nessuna clientela, la Regione avrebbe potuto gestire i concorsi in casa propria, invece si è affidata al Formez proprio per allontanare ogni forma di sospetto. L’associazione infatti vive sotto la direttiva e l’ispezione della presidenza del Consiglio dei Ministri”.

Il piano è praticamente già nel vivo. La Regione ha pubblicato la necessaria manifestazione di interesse destinata agli enti locali. Quelli che vorranno aderire dovranno far pervenire, entro 60 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania, avvenuta lo scorso 18 ottobre, il dovuto riscontro comunicando alla Regione il proprio fabbisogno.

“In questa prima fase sono protagonisti i comuni e gli enti locali – aggiunge Granata – la Regione mette a disposizione un concorso unico che nasce dal fabbisogno reale. Il nostro intento è quello di organizzare una P.A. efficiente. Terminato questo lavoro, sarà pubblicato il bando che non uscirà più tardi dei primi mesi del 2019. Non ci saranno limitazioni di età e sarà rivolto a laureati ma anche a diplomati residenti in Campania. Le selezioni saranno affidate al Formez e il consiglio che posso dare a coloro che vogliono partecipare è quello di studiare sui testi del Formez e diffidare da corsi di preparazione o operazioni simili. Il concorso consisterà in due prove scritte, una prova orale e un periodo di tirocinio per effettuare lo stage finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato”.